IP Camera

Un sistema di videosorveglianza può essere tranquillamente integrato in un impianto di antifurto wireless per renderlo più completo. Si tratta di collegare delle telecamere che controllano una determinata zona ed inviano un segnale di allarme alla centralina, oppure direttamente via Internet, al proprietario di casa se c’è un’intrusione.

Il collegamento di ogni singola telecamera è piuttosto semplice perchè dotate di cavo ethernet che si connette al router oppure sono wifi, quindi sfruttiamo il segnale wireless. Una volta connesse alla rete e attivate iniziano il loro lavoro.

Bisogna comprare una camera IP dotata di sensore PIR. In caso di movimento di estranei inviano infatti un alert al proprietario di casa sfruttando Internet. Questo alert può essere sotto forma di mail, messaggio whats app, oppure messaggio su apposita app. Quasi tutte le telecamere infatti posseggono la specifica applicazione per Android o Apple ios.

A questo punto possiamo ricevere le riprese in tempo reale sul nostro smartphone e decidere come comportarci. Le telecamere dotate di motore possono anche essere ruotate, si possono fare zoom per meglio vedere un punto specifico.

Queste telecamere possono essere installate sia all’ interno che all’esterno, ad esempio per controllare il giardino di casa. In quest’ultimo caso dobbiamo controllare il loro grado di protezione, più è alto maggiore è la loro resistenza agli agenti atmosferici e ai tentativi di sabotaggio.

Il prezzo di una telecamere varia a seconda di alcuni fattori. Innanzitutto la risoluzione. Possono bastare camere in VGA che hanno 640×480 punti, ma sono molto apprezzate quelle in HD  o FullHD che lavorano anche di notte con una luminosità pari quasi a 0 lux. Per questo sono dotate di led per l’illuminazione notturna. Una buona telecamera in Hd costa circa 100-150 euro. 

Cosa rende le telecamere IP differenti da quelle a circuito chiuso

le telecamere a circuito chiuso, come dice la stessa parola, sono connesse tra loro in un circuito ad anello usando un sistema filare, le immagini possono essere visualizzate solo sui monitor del circuito e non escono da lì. Le telecamere IP invece si connettono direttamente ad Internet tramite connettore RJ45 oppure wireless e hanno il loro indirizzo IP. Ciò significa che i video della fotocamera possono essere condivisi o fruibili da molti PC o smartphone utilizzando il browser web o l’apposita app oppure si possono registrare i video con un NVR (network video recorder, sistema di registrazione digitale con hard disk).

Quanto occupano i video e le immagini inviati dalle telecamere

la dimensione dell’immagine dipende dalla risoluzione e dalla compressione utilizzata. Un’immagine con una risoluzione di 350 x 240, che viene compressa in MJPEG occupa solo 4-10 Kbyte. Le Telecamere ad alta risoluzione HD con 1200 x 1024 pixel, creano immagini di dimensioni grandi, intorno a 80K byte per frame. Poiché il codec H.264 migliora la compressione trasferendo solo la differenza tra i fotogrammi, la dimensione si riduce moltissimo, circa 20 a 30 volte minore. In ogni caso possiamo tranquillamente vedere video a 30 fps al secondo sfruttando una normale ADSL.

Le telecamere hanno un programma per l’invio di allarme in caso di presenza di ladri?

Alcune fotocamere sono dotate di software dedicato. Il problema è che il software fornito dal produttore della fotocamera funziona solo con i loro modelli in modo che non possano essere usate da altri marchi. Per le applicazioni che richiedono 4 o più telecamere si consiglia un software aggiuntivo. In ogni caso ormai quasi tutte le migliori marche di allarmi (Logitech, Axis, Foscam, SONY, D Link) hanno una app o un software per pc che consente la gestione degli allarmi in caso di presenza di intrusi. Ad esempio questa per Apple Ios ovvero Iphone e Ipad per telecamere Foscam oppure la stessa per sistemi Android.

C’è anche Vitamin D, un programma gratuito compatibile con molte telecamere Ip e webcam. Può essere scaricato a questo indirizzo. E’ in inglese ma non vi sarà difficile capirne il funzionamento. Ha un software di riconoscimento di movimento che invia un alert via Internet quando uno sconosciuto passa davanti la videocamera. Può registrare anche il video a partire dalla rilevazione, successivamente si possono visualizzare con il comando “search view” dal menu “view” del programma.

La modalità predefinita del software è “Any Object” che prevede l’attivazione della camera in caso qualsiasi oggetto, persona o animale si muova nel campo visivo. Se vogliamo personalizzare le impostazioni facciamo clic su “Edit Rule“.Nella finestra che si apre, regoliamo nel dettaglio le modalità di controllo, Per esempio, selezionando “People” il programma si attiverà solo quando rileverà la presenza di una persona nella zona sorvegliata. L’inserimento di dimensioni minime ci permette di escludere gli animali domestici.

Kit Videosorveglianza

vengono venduti su Internet dei kit completi composti da telecamere, il numero varia a seconda delle esigenze, e da Nvr. Nvr sta per network video recorder. Si tratta di un apparato contenente hard disk per la registrazione dei video che vengono memorizzati per una visione successiva. Le telecamere sono connesse con l’Nvr e tramite apposito software di controllo, possono essere gestite in “local” o da remoto via Internet.

Un kit economico composto da 4 telecamere, nvr e software di gestione costa meno di 1000 euro.

IP Camera
4.3 (85.38%) 26 voto[i]

2 Commenti su “IP Camera

  1. avevo intenzione di installare una telecamera da esterno con rilevatore di movimento, secondo voi il sensore è in grado di accorgersi della presenza di qualcuno anche in notturna o c’è bisogno di illuminazione? Grazie

    1. Alcune telecamere hanno dei led che illuminano la zona prospicente, non sarebbe male comunque utilizzare un faretto da crepuscolo per non tenere al buio la zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *