Centralina

Le centraline di allarme rappresentano il cuore principale di un sistema di antifurto. Da qui partono tutte le comunicazioni verso gli altri tipi di componenti come sensori, barriere perimetrali, sirene, telecamere, contatti magnetici e sensori interrati.

La centralina solitamente viene installata all’interno di un’abitazione , di un magazzino oppure anche di un ufficio. Qualcuno preferisce nasconderla per rendere la vita complicata ad eventuali ladri che la cercano per disattivarla, altri invece preferiscono installarla vicino la porta principale di casa, da lì è facilmente attivabile, disattivabile.

Possiamo anche parzializzare l’antifurto decidendo di attivare uno o più parti della casa. Pensiamo ad esempio se vogliamo attivare la zona della camera da letto perché siamo all’interno del soggiorno, oppure attivare soltanto il giardino di notte, quando dormiamo, con la centralina è possibile gestire tutte queste cose. L’importanza di questo componente e della sua bontà è fondamentale, da qui si controlla tutto l’impianto, tutto il sistema ed è ovvio come debba essere di buona fattura e qualità.

 

Le marche migliori in questo caso sono Tecnoalarm, Lince, Risco, Elkron insomma ci sono tantissimi centraline che vengono prodotte da marchi di affidata sicurezza. La differenza di prezzo di una centrale rispetto ad un altra è influenzato dalle zone che può controllare.  Solitamente sono 4, 8 oppure 16, ogni zona rappresenta un’area di controllo dei sensori. Facciamo un esempio: dobbiamo controllare la parte del soggiorno soggiorno composta da due sensori, quella è una zona oppure, la parte del giardino, oppure il balcone. Le centraline più economiche controllano 4-8 zone quelle più complicate anche 16 o 32.

I sensori possono essere installati in serie oppure in parallelo ma comunque ricadono sempre all’interno di una zona. La connessione tra centralina e componenti avviene in maniera filare oppure wireless. I tecnici installatori preferiscono sempre utilizzare un collegamento via filo , un segnale che viaggia nell’aria è sempre facilmente captabile dagli estranei.

centrale antifurto

Ovviamente un sistema filare presenterà delle complicanze visto che dobbiamo realizzare delle canaline oppure delle tracce, rompere comunque il muro per far passare i fili, il collegamento wireless con la centralina è più semplice, veloce ed immediato e non comporta nessun lavoro edilizio. Per garantire maggiore sicurezza in ogni caso i nuovi collegamenti avvengono in doppia tecnologia, ci sono due frequenze che vengono utilizzate per il collegamento tra sensori e centraline di solito 433 e 866 Mhz, quindi possiamo stare anche tranquilli. Importante il collegamento anche della centralina con la sirena che darà l’allarme visivo e acustico della zona sotto attacco .

Un altro componente importante che solitamente si trova all’interno della centralina è il combinatore telefonico GSM. Si tratta di una scheda che viene venduta a parte oppure o è già inclusa all’interno della centrale. Permette di inviare messaggi SMS oppure messaggi preregistrati attraverso la linea telefonica PSTN fissa oppure attraverso rete mobile e cellulare con una scheda Sim quando scatta l’allarme.

Quando parte l’allarme il combinatore si preoccuperà di telefonare a una serie di numeri preimpostati ed inviare un messaggio registrato. Questi numeri si riferiscono al padrone, a parenti, ma anche alle forze dell’ordine. Previa domanda scritta fatti possiamo collegare il nostro allarme anche a polizia o carabinieri scegliendo tra i due. Il costo della centralina è di circa 300 € 400 per i modelli più economici, 600 euro per i modelli top o di buona fascia .

Alcune centraline d’allarne possono anche essere collegate ad Internet. Sono infatti controllabili da remoto per la attivazione e disattivazione dell’allarme, ma anche per essere integrate con impianti di domotica, ovvero per il controllo della temperatura a distanza, oppure per lo spegnimento-accensione delle luc,i per l’automazione di altri componenti della casa. Bisogna fare attenzione perché una centrale connessa Internet potrebbe anche essere hackerata. Ci sono comunque dei sistemi di protezione contro un pericolo del genere, tutte le centraline di questo genere, che si connettono ad Internet, sono dotate di password crittata per l’accesso.

Centralina
4.8 (95.45%) 22 voto[i]

Commento su “Centralina

  1. buongiorno, vorrei controllare da remoto l’antifurto della mia abitazione tramite centralina che si colleghi ad Internet. Oltre ai sensori vorrei predisporre anche un sistema di videosorveglianza ip, per controllare il giardino della mia villa e la zona antistante il garage, per un totale di 4 telecamere. Le stesse dovrebbero inviare un segnale di allarme alla presenza di un ladro, sensore di movimento incorporato.
    C’è un sistema in kit di antifurto, oppure devo comprare ogni singolo componente?
    grazie e complimenti

Comments are closed.